Epidermide rara di Maria Raffaella Rossi

Opera di Giulio Durini di Monza

Opera di Giulio Durini di Monza

Impiegavo pochi attributi per riconoscerti
ma l’unico che indossavi come la tua migliore t-shirt
era l’aggettivo raro.

Tu eri uno di quegli uomini rari
che credeva ancora nella sacralità del suo pene
perché quella volta
che io ti ho voluto scostare la t-shirt
e abbassare quel paio di pantaloni
tu hai creduto che io volessi dare morte al tuo pene.

Io non mi sentivo pronta
perché se avessi sconsacrato la rarità del tuo sesso
tu avresti invece consacrato il mio.

Ma di noi
tutto era perfetto
da benedire c’eravamo solo noi
e da sconsacrare c’erano solo le chiese di campagna.

© Maria Raffaella Rossi – tutti i diritti riservati – 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...