Silenzio (presso un sepolcro) di Maria Raffaella Rossi

Nessuno veglia sulla tua assenza.

Nei giardini di marmo

sbocciano viole tra rose rosse.

Ho baciato i piedi al silenzio

ho pregato Dio di raccogliere

petali di rose e diffondere incenso orientale.

Ho danzato sulle note del silenzio.

Ora canto sulle note del ricordo.

Sulle rupe del ricordo si è diffuso

l’incenso e i petali gettati al vento.

Sulle note del silenzio tutto si è compiuto

menadi e satiri hanno danzato per ore

hanno bevuto vino e sputato passione.

Fine dell’incantesimo morte del silenzio.

Dopo l’ebbrezza la città si riprende.

Maria Raffaella Rossi  – Stagioni e Riti – ABE edizioni ©2012

Foto VADIM STEIN

Foto VADIM STEIN

4 thoughts on “Silenzio (presso un sepolcro) di Maria Raffaella Rossi

  1. wow!……
    parole ed immagine stupende….
    la chiusa poi: Dopo l’ebbrezza la città si riprende……mi ricorda il mattino, all’alba..quando la città, piano, si sveglia…

    buona giornata
    grazie
    .marta

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...